PRESENTAZIONE DEL ROMANZO “ZITTA” CON L’AUTORE ALBERO PELLAI – Libridinoso Gruppo di Libroterapia per la Crescita Personale

  • 17:30
  • ASPIC Pescara - Via del Santuario 156
  • 085/6921231

PELLAI 24 MAGGIO

“Libridinoso – Gruppo di Libroterapia per la Crescita Personale” ha il pacere di ospitare giovedì 24 Maggio 2018 il Prof. Alberto Pellai, coautore del romanzo “Zitta”, scritto in collaborazione con Barbara Tamborini.
 
Dal profilo facebook dell’autore:
Perchè ogni volta che incontro (oppure penso a) mia madre o mio padre, sto male?
Molti tra noi vivono ancora “in balia” di un rapporto disfunzionale con i genitori che li hanno messi al mondo. Ne subiscono il potere disfunzionale, a volte gli stati emotivi intossicati. Molti di noi, pur essendo adulti, continuano a tenere segrete parti della propria vita, a dire bugie alla propria mamma o al proprio papà,  nel tentativo di essere accettati per quel che non sono. Perché non riescono a sentirsi degni, di fronte a loro, di ciò che sono. 
Perché molti di noi, anche da adulti, continuano a soffrire quando sono in presenza dei propri genitori?  Perché in alcuni di noi la rabbia verso chi ci ha messo al mondo è così potente? Perché dopo tre minuti che parliamo con nostro padre o nostra madre ci sentiamo ancora confusi, proprio come ci succedeva da bambini? Perché facciamo di tutto per sentirci apprezzati da loro senza ricevere in realtà mai in cambio parole come “Ti voglio bene” oppure “Ti sono grato”?
E’ di questo rapporto, a volte irrisolto, con i genitori che ci hanno messi al mondo, che parla il nostro nuovo libro “Zitta. Le parole per fare pace con la storia da cui veniamo” (Mondadori ed.). Un originale esperimento letterario, definito romanzo terapeutico, perché propone un romanzo e poi , a fianco di ogni capitolo narrativo, un approfondimento teorico legato a parole chiave della nostra vita (intimità, il valore di sé, resilienza, gelosia) che spiegano come la storia da cui veniamo influenza e condiziona, a volte in modo disfunzionale, la storia che ci troviamo a vivere, una volta adulti.
Come liberarci dalle scorie emotive  della nostra storia passata? Come abbracciare il nostro presente e il nostro futuro, senza lasciarlo in balia della nostra storia passata? E’ a queste domande che “Zitta” contribuisce a dare risposta. Non è un libro che risolve i problemi della vita, questo no, ma è certamente un libro che aiuta ad acquisire consapevolezza e a conquistare un nuovo sguardo su di noi e sugli altri. 
Molti di noi soffrono oggi per un dolore legato al loro passato. Altri vivono a fianco di persone che sono tuttora intrappolate nel dolore che ha abitato il loro passato. “Zitta” può aiutare a guardare in faccia quel dolore, riconoscerlo meglio per poi imparare a trasformarlo in altro.
 
 

Alberto Pellai è medico, psicoterapeuta dell’età evolutiva e ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università degli Studi di Milano. Nel 2004 il ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’argento al merito in Sanità Pubblica. Per anni ha condotto su Radio 24, con Nicoletta Carbone, il programma «Questa casa non è un albergo», dedicato alla relazione genitori e figli. È autore di molti bestseller di parenting e psicologia, tra i quali “Tutto troppo presto. L’educazione sessuale dei nostri figli ai tempi di Internet”, “L’età dello tsunami”, “Il metodo famiglia felice!”. I suoi libri sono tradotti in più di dieci lingue e hanno vinto numerosi premi. Dal 2010 cura su «Famiglia Cristiana» la rubrica settimanale «Essere genitori». Su Facebook gestisce una pagina dedicata ai consigli sull’educazione seguita da 40.000 followers.

 
 
«Noi siamo relazioni.» Quanto le relazioni, soprattutto quelle primarie, possono segnare la nostra vita personale e di coppia? Quanto possiamo invece liberarci del passato imparando a rapportarci con gli altri in modo sano e corretto?
 
 
Giovedì 24 Maggio 2018, ore 17.30 
ASPIC Pescara, Via del Santuario 156
INGRESSO LIBERO