aspic-italia
IL GRUPPO A.S.P.I.C.: UNA COMUNITÀ DI APPRENDIMENTO

L’A.S.P.I.C. nasce a Roma nel 1988 fondata dal Professore Edoardo Giusti e dalla Dottoressa Claudia Montanari. E’ presente sul territorio nazionale con più di 30 sedi territoriali consociate (A.S.P.I.C. Counseling e Cultura), che propongono localmente attività di formazione e di consulenza. E’ presente a Pescara dal 2004 e promuove la cultura e l’attività del Counseling Umanistico Integrato quale strumento per il miglioramento della qualità della vita e della relazione di aiuto. In questo senso la sede territoriale di Pescara si occupa di divulgare i più importanti contributi scientifici, nell’ambito della psicologia umanistica, volti al pluralismo ed all’integrazione, attraverso attila scuola di counseling, corsi, seminari, consulenze e percorsi personalizzati. Elementi di spicco sono l’aggiornamento e la ricerca per continuare a dare risposte di alta definizione e qualità alle esigenze poste dal territorio.

L’A.S.P.I.C. ha attivato il primo corso di Counseling in Italia come annunciato nella rivista n.10 dell’11 marzo 1984 “Training News”, settimanale scientifico delle Nuove Metodologie di Training e Formazione Professionale, edito dalla Associazione Italiana di Psicologia Umanistica.

L’A.S.P.I.C. è membro fondatore della EAC European Association for Counseling e membro della BAC British Association for Counseling della quale recepisce il codice etico e deontologico, pertanto il programma risulta conforme agli standard europei, ed il titolo conseguito riconosciuto anche in Europa; i Counselor di formazione A.S.P.I.C. possono inoltre iscriversi alla REICO Registro Italiano dei Counselor e al CNCP, Coordinamento Nazionale dei Counselor Professionisti. In data 18 maggio 2002 il CNEL – Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro – ha acquisito attraverso la SICo, Società Italiana di Counseling, la professione di Counselor. Ciò consente di esercitare la professione solo dopo una adeguata formazione (Master Triennale in Gestalt Counseling) che segue criteri di qualità nell’ambito di un ordinamento deontologico.

Per maggiori informazioni su ASPIC ROMA: http://www.aspicgroup.it/


L’ASPIC è oggi una una moderna organizzazione che promuove il sapere psicologico oltre i confini del mondo accademico, partendo dalla ricerca sviluppata nell’ambito della Psicoterapia e del Counseling ad orientamento Fenomenologico della Psicologia Umanista e della Psicologia di Comunità.
L’ASPIC si impegna quotidianamente a diffondere nella comunità nuove chiavi di lettura e competenze utili per affrontare la complessità del mondo moderno e trasformare le situazioni di disagio in opportunità per il miglioramento della qualità della vita, mediante la formazione nel Counseling, nel Coaching e, più in generale, nelle relazioni di aiuto; attività e servizi per la crescita personale;  attività di divulgazione con l’organizzazione di incontri, convegni e seminari
Siamo convinti sostenitori dell’approccio Umanistico-Esistenziale, i cui principi sono alla base della nostra pratica professionale: la centralità dell’essere umano collocato nella Comunità; la tendenza all’autorealizzazione positiva; le risorse che spingono verso l’auto-guarigione; la fenomenologia come fondamento teorico di un sapere “vivo” basato sull’esperienza soggettiva e la pratica dell’intersoggettiva.

Immaginiamo un mondo in cui ciacuno possa essere valorizzato per la sua unicità, in cui il conflitto sia occasione per conoscersi ed imparare a rispettarsi maggiormente, in cui la crisi sia colta come opportunità per sviluppare nuovi punti di vista e nuove abilità. Immaginiamo un mondo in cui la comprensione, il rispetto e la responsabilità personale prendano il posto dei sensi di colpa, delle paure che portano agli abusi, alle prepotenze, alle sopraffazioni

Formare persone in grado di promuovere i principi ed i valori dell’ascolto, della reciprocità e del rispetto dell’essere umano nel mondo delle professioni. Formare personale docente perché sappia ascoltare e guidare i ragazzi verso il riconoscimento del loro potenziale; formare psicologi perché possano aiutare i pazienti a uscire dalle etichette che la medicina ha attribuito loro per riconoscersi come persone; formare personale medico e sanitario perché aiutino i pazienti ad affrontare la malattia con speranza e fiducia anche nella loro capacità di auto-guarigione. Formare counselor capaci di portare un cambiamento nel modo di relazionarsi del futuro.


L’ASPIC è presente alla elezioni all’ENPAP: la SIPAP, in sinergia con Cultura e Professione, ha presentato una sua lista di candidati http://www.culturaeprofessionesipap.it/